Digital Health e Telemedicina

21 Aprile 2022

Lo sviluppo tecnologico ha ridefinito il concetto di comunicazione medico-paziente e ampliato il ventaglio di servizi, in ambito salute, a disposizione della popolazione, siano soggetti sani, pazienti o i loro caregiver. Nell’ambito della Digital Health, la telemedicina è sicuramente l’applicazione più conosciuta e, rendendo possibile l’accesso a diagnosi, trattamenti preventivi e cure appropriate, è quella che maggiormente ha influenzato l’evoluzione dell’assistenza sanitaria degli ultimi anni, accorciando tempi e distanze, con un impatto significativo ed evidente sulla salute a breve e lungo termine dei cittadini. Uno strumento, quindi, che ha semplificato notevolmente la vita del cittadino, accompagnandolo in tutte le tappe assistenziali, dalla prevenzione ai momenti più delicati della vita.

Ma cosa si intende per telemedicina?

“Per Telemedicina si intende una modalità di erogazione di servizi di assistenza sanitaria, tramite il ricorso a tecnologie innovative, in particolare alle Information and Communication Technologies (ICT), in situazioni in cui il professionista della salute e il paziente (o due professionisti) non si trovano nella stessa località.
La Telemedicina comporta la trasmissione sicura di informazioni e dati di carattere medico nella forma di testi, suoni, immagini o altre forme necessarie per la prevenzione, la diagnosi, il trattamento e il successivo controllo dei pazienti.”

I servizi di Telemedicina vanno quindi assimilati a qualunque servizio sanitario diagnostico/ terapeutico.

Tuttavia la prestazione in Telemedicina non sostituisce la prestazione sanitaria tradizionale nel rapporto personale medico-paziente, ma la integra per potenzialmente migliorare efficacia, efficienza e appropriatezza. La Telemedicina deve altresì ottemperare a tutti i diritti e obblighi propri di qualsiasi atto sanitario.

La telemedicina può essere usata per le seguenti finalità:
• Prevenzione;
• Diagnosi;
• Cura;
• Riabilitazione.

I servizi di telemedicina oggi più diffusi sono:
• Televisita;
• Teleconsulto;
• Telecooperazione sanitaria.
• Telemonitoraggio.

Grazie alla sua vasta gamma di applicazioni, la telemedicina è oggigiorno una realtà nelle aree mediche di maggiore rilevanza, dalla cardiologia alla salute mentale, dalla dermatologia alla pneumologia e oftalmologia e, dato il rapido evolversi della tecnologia, in un futuro prossimo aumenterà ulteriormente il numero delle risorse disponibili e delle aree di applicazione, contribuendo anche a minimizzare gli interventi ospedalieri.

La pandemia ha evidenziato come la telemedicina sia ormai una risorsa indispensabile, a livello mondiale, per aumentare l’accesibilità dei servizi sanitari e migliorare la qualità di vita dei pazienti. E’ però evidente che il percorso italiano nell’impiego di un approccio digitale in ambito sanitario, per poter collegare i cittadini, anche residenti in aree lontane, ai medici e poter garantire ad ogni persona di ricevere, indistintamente, le cure sanitarie adeguate, è ancora costellato di barriere da superare spesso di carattere amministrativo e questa, più che lo sviluppo tecnologico, è la vera sfida da affrontare nei prossimi anni, per rendere la Digital Health una pratica quotidiana al servizio di tutti gli attori dell’ecosistema salute.

condividi:
Link copiato negli appunti
seguici sui nostri canali social:
Visita Vree.it